spedizione gratuita

addio plastica monouso

5€ con l'iscrizione alla newsletter

garanzia 30gg. soddisfatti o rimborsati

Come pulire il forno in maniera semplice e naturale

Briciole, grasso, formaggio fuso…Se il nostro forno di casa potesse parlare, chissà cosa direbbe! Purtroppo, sembra essere davvero inevitabile: residui di cibo e unto si depositano sulle superfici, e ogni volta che accendiamo il forno le macchie di bruciato peggiorano, causando fumi indesiderati e odori spiacevoli.


Ma qual è il modo migliore per pulire un forno bruciato e incrostato, tenendo in considerazione efficacia, sostenibilità e costo? Ne parliamo qui di seguito.

Image

Prodotti chimici, rimedi casalinghi o pirolisi?

Il forno può essere pulito in diversi modi. C’è chi preferisce ricorrere al buon vecchio "olio di gomito", chi sceglie la funzione autopulente e chi opta per i detergenti sgrassanti. Ma quali sono le sostanze più adatte? Servono per forza prodotti chimici aggressivi o i rimedi casalinghi naturali bastano e avanzano?


Prima di tutto, parliamo della pirolisi: i forni moderni sono dotati di questa funzione auto-pulente che consente di fare a meno dei detergenti. Durante questo processo, il forno raggiunge temperature fino a 600°, in modo da carbonizzare le incrostazioni e trasformare lo sporco in cenere. Detta così, sembra ovviamente una soluzione pratica e davvero comoda, ma questi forni di nuova generazione sono piuttosto costosi e consumano molta energia.

Ecco i pro e i contro della pirolisi rispetto ai prodotti chimici e ai rimedi naturali:

Il forno auto-pulente: la pirolisi

Pro:

  • buona pulizia

  • poco sforzo


Contro:

  • costo elevato

  • elevato consumo energetico

Prodotti chimici


Pro:

  • buona pulizia 

Contro:

  • costoso

  • dannoso per l'ambiente

  • vapori nocivi per la salute

Rimedi naturali casalinghi

Pro:

  • buona pulizia

  • economici e di solito presenti in casa

  • rispettosi dell'ambiente

  • vegani


Contro:

  • nessuno

Come pulire il forno con rimedi casalinghi

Come hai visto nella tabella qui sopra, i metodi casalinghi e naturali sono il modo più efficace e sostenibile per pulire il forno. Noi di everdrop adoriamo i cari e vecchi "rimedi della nonna"... Proprio per questo ti aiuteremo a far tornare il tuo forno come nuovo con 4 semplici ingredienti che dovresti già avere in casa: 


  • Aceto

  • Bicarbonato di sodio

  • Sale

  • Limone


Suggerimento: puoi usare questi 4 ingredienti naturali anche per far tornare perfettamente pulite placche, teglie, pentole e padelle bruciate! 

#1 Come pulire il forno con il bicarbonato di sodio

Puoi usare il bicarbonato di sodio per pulire il forno anche senza preriscaldarlo. È sufficiente mescolare qualche cucchiaio di bicarbonato e acqua, fino a ottenere un composto cremoso e non troppo fluido. Applica la pastella ottenuta sulle macchie e le aree incrostate nel forno, e lasciala agire per circa 30 minuti. Noterai che si formerà della schiuma, e lo sporco comincerà a sciogliersi. Aspetta altri 20 minuti e il composto si trasformerà di nuovo in polvere, che potrai rimuovere con una spatola o una spazzola. Infine, passa un panno umido o una spugna.

background

#2 Come pulire il forno con l'aceto

Ottimo sgrassante naturale, anche l'aceto è un buon alleato per la pulizia del forno. A seconda del grado di sporco, puoi scegliere l’aceto o l’essenza di aceto, per un effetto più intenso. 


1) A forno ancora tiepido ma spento, mescola un po’ di aceto con del detersivo per piatti, e applica la miscela sulle incrostazioni e le parti sporche. Strofina con una spugna fino a formare una schiuma e lascia agire per mezz'ora. In seguito, pulisci il tutto passando un panno o una spugna umidi.


2) Metti in forno una teglia piena di acqua e un po’ di essenza di aceto. Lascia agire per circa 45 minuti a 150° e poi elimina lo sporco scioltosi dalle superfici con un panno o una spugna umidi.

#3 Come pulire il forno con il sale

Se devi pulire solo il fondo del forno o una placca, puoi usare anche del semplice sale. Inumidisci le aree sporche con un panno e cospargile abbondantemente di sale, fino a coprire tutto lo sporco con uno strato bianco. Riscalda quindi il forno a 50° e spegnilo quando vedi che il sale è diventato marrone. Una volta tiepido, prova a strofinarlo via con un panno umido o una spugna.

Limone sull'albero

#4 Come pulire il forno con il limone

Last but not least, ecco l'ultimo ingrediente tuttofare di casa: il limone. Già, puoi pulire il tuo forno anche con l’acido citrico, capace di neutralizzare anche i cattivi odori. 

Ti basterà spremere un limone, versare il succo in una teglia assieme a un po' d'acqua, e mettere il tutto in forno a 120° per circa 1 ora. In questo modo, il vapore prodotto agirà sulle macchie, e le incrostazioni verranno via facilmente con un panno o una spugna inumiditi.

Per lo sporco più difficile e incrostato

Se lo sporco è ostinato e non sembra intenzionato a lasciare il fondo, le griglie o le pareti del forno, ti consigliamo di ripetere i procedimenti più volte o aumentare il tempo di applicazione.

In alternativa, puoi anche combinare questi ingredienti tutti insieme e creare il tuo detergente sgrassa-forno in maniera fai-da-te: mescola aceto, bicarbonato e succo di limone fino a ottenere una pastella cremosa. Applicala sullo sporco e lascia agire per 30 minuti. Infine, strofina via i residui con un panno umido.


A proposito: ricordati che maggiore sarà la frequenza con cui pulisci il forno, minori saranno le incrostazioni sulle sue superfici. Il nostro consiglio? Meglio pulire il forno quando è ancora tiepido dopo ogni utilizzo, armandoti di buona pazienza, un panno umido e qualche goccia di detersivo per piatti! 

Trucchetto: le pastiglie lavastoviglie “nude”

Un altro modo più “creativo” di rimuovere lo sporco ostinato dal forno è con le pastiglie per lavastoviglie. A forno tiepido, inumidisci una pastiglia con dell’acqua calda e passala sulle incrostazioni, proprio come se fosse una piccola spugna. La struttura compatta e granulosa della pastiglia avrà un effetto abrasivo sulle macchie, e noterai che si comincerà presto a sbriciolare attaccandosi al bruciato. Lascia agire per un quarto d’ora e poi pulisci bene via i residui con un panno umido.


Attenzione, però: questo procedimento vale solo per le pastiglie per lavastoviglie everdrop, a base di tensioattivi vegetali e ingredienti il più possibile naturali. Ti sconsigliamo di provare con quelle tutto-in-uno che trovi al supermercato, così come (ça va sans dire) con quelle in plastica idrosolubile. Questo perché i componenti aggressivi delle comuni pastiglie in commercio potrebbero lasciare sostanze chimiche nel forno, e causare vapori tossici che vengono poi assorbiti in cottura dal cibo.

pulire il forno pastiglie per lavastoviglie everdrop

Conclusioni

Abbiamo quindi capito che per pulire il forno non c'è bisogno di prodotti chimici aggressivi! Prova e vedrai: basteranno i nostri semplici rimedi casalinghi per riportare il tuo forno agli antichi splendori. In più, veri e propri toccasana per la pulizia come l’acido citrico (succo di limone) e il bicarbonato di sodio sono completamente naturali. Perché rinunciare ad ingredienti che piacciono all’ambiente, alla salute e al portafogli?

everdrop Pastiglie per Lavastoviglie

everdrop starter kit
Pastiglie lavastoviglie

Prova ora!

Circa l'autore